lunedì, Maggio 20, 2024
HomeDisturbiHelicobacter pyloriHelicobacter pylori e ansia

Helicobacter pylori e ansia

In passato si riteneva che alcuni disturbi gastrointestinali fossero causati dallo stress. Ansia e depressione, ad esempio, erano considerati i principali fattori di rischio per lo sviluppo della gastrite e dell’ulcera peptica. Con la scoperta dell’Helicobacter pylori l’ipotesi psicosomatica è stata però abbandonata. La gastrite e l’ulcera sono state considerate come il risultato di un’infezione batterica e, come tali, trattate con successo attraverso antibiotici e gastroprotettori. Tuttavia la stessa infezione da H pylori sembrerebbe essere collegata a fattori di ordine psicologico. Alcuni studi, infatti, hanno evidenziato una controversa associazione tra Helicobacter pylori e ansia.

In particolare in uno studio condotto su 96 pazienti dispeptici di cui 53 soggetti (55,2%), erano affetti da H. pylori, ben 25 individui (52,8%) avevano disturbi psichiatrici. In particolare 19 pazienti (67,9%) soffrivano d’ansia e 9 pazienti (32,1%) erano affetti da depressione[1]. Un ulteriore studio ha evidenziato come le donne sotto i cinquant’anni positive a H. pylori avessero un maggior rischio di sviluppare disturbi psicologici come ansia e depressione[2]. Un’altra ricerca ha inoltre mostrato che il 40,7% dei pazienti con dispepsia funzionale positivi a H. pylori avesse almeno un disturbo psicologico, tra i quali il più comune era la depressione[3].

Helicobacter pylori e ansia: causa o effetto?

L’evidenza scientifica mostra un’associazione tra l’Helicobacter pylori e l’ansia. Tuttavia non è chiaro se sia H. pylori a causare l’ansia o se sia quest’ultima a rendere maggiormente suscettibili all’infezione.

Da un lato, alcuni autori suggeriscono che lo stress psicologico, nelle sue manifestazioni ansiose o depressive, faciliterebbe l’infezione da H. pylori, indebolendo il sistema immunitario[4]. In particolare lo stress cronico fiaccherebbe le difese immunitarie locali delle pareti gastriche, aprendo la strada alla colonizzazione batterica dello stomaco. L’ansia o la depressione sarebbero quindi responsabili di un deficit immunitario, che renderebbe i soggetti maggiormente suscettibili all’infezione del batterio.

Dall’altro lato, altri autori suggeriscono invece come la stessa infezione da H. pylori possa essere coinvolta nello sviluppo dell’ansia o della depressione. Uno studio, ad esempio, ha evidenziato come i pazienti con H. pylori avessero più frequentemente l’ansia rispetto ai soggetti non infetti, inclusi nel gruppo di controllo[5]. Un’altra ricerca ha inoltre mostrato come i sintomi di nevrosi e ansia sparissero nella maggior parte dei pazienti che avevano eradicato H. pylori, rispetto a quelli in cui l’infezione era ancora attiva[6]. Gli autori della ricerca hanno quindi ipotizzato che ansia e nevrosi emergessero a seguito dell’infezione cronica e non ne fossero invece la causa.

Ansia da Helicobcater pylori: una possibile spiegazione

L’associazione tra Helicobacter pylori e ansia o depressione potrebbe derivare dalla capacità del batterio d’influenzare i livelli di alcuni ormoni[7]. In particolare H pylori può causare fluttuazioni ormonali, alterando i livelli di:

  • serotonina;
  • dopamina;
  • cortisolo;
  • grelina;
  • gastrina;
  • somatostatina.

Le fluttuazioni dei livelli ormonali nel flusso sanguigno possono alterare il funzionamento di diversi sistemi, incluso il sistema nervoso centrale, causando sintomi psicologici. L’Helicobacter pylori, ad esempio, può modificare i livelli di serotonina, un ormone strettamente connesso con i disturbi d’ansia.

Le fluttuazioni ormonali possono inoltre interferire nella comunicazione tra intestino e cervello, che sempre più studi mostrano essere fondamentale per la salute mentale. L’aumento del cortisolo, ad esempio, riduce il tono del nervo vago che, a sua volta, è connesso alla depressione.

In sintesi, l’infezione da Helicobacter pylori può alterare, aumentandoli o diminuendoli, i livelli di alcuni ormoni, da cui dipende l’equilibrio mentale. Tuttavia si tratta di studi preliminari, che richiedono ulteriori approfondimenti per chiarire il possibile ruolo causale di H pylori su ansia e depressione.

Bibliografia
Prof. Ludovico Abenavoli
Prof. Ludovico Abenavoli
Professore associato di Malattie dell’Apparato Digerente - Dipartimento Scienze della Salute, Università “Magna Graecia” di Catanzaro - A.O.U. Renato Dulbecco di Catanzaro

La nostra Community

2,352FansMi piace

Iscriviti alla Newsletter

ultimissime